Le Migliori APOD del Mese – Dicembre 2017

Raccolta mensile di Astronomy Pictures of the Day della NASA


Pubblicato da Stefano Cocomazzi in Spazio

Ogni giorno la NASA pubblica una foto dello spazio accompagnata da una breve descrizione.
Questo mese scopriremo insieme 3 nebulose diverse, le quali ci mostrano come nascono e muoiono le stelle.

Ecco a voi le mie preferite APOD di Dicembre.

Nebulosa Testa di Cavallohorsehead nebula, nebulosa testa di cavallo

Questa fantastica nebulosa è una piccola porzione di una enorme nube di polveri e gas nella costellazione di Orione.
Possiamo notare un intenso rosso carminio, causato dal gas idrogeno ionizzato da σ Orionis, un sistema formato da 5 stelle nella costellazione di Orione.
La nube di polvere è così densa da proiettare un’ombra sulla destra.
Alla base del collo possiamo notare alcuni piccoli puntini luminosi. Questi sono delle stelle in fase di formazione.

Passeggiata Spaziale

passeggiata spaziale, spacewalk

Cos’ha di speciale questa foto?
Oltre alla maestosità del nostro azzurro pianeta, possiamo ammirare Bruce McCandless II, il primo uomo a fluttuare libero nello spazio, libero da cavi.
La sua tuta, dal modico peso di 140kg, è dotata di una MMU (Manned Manoveuring Unit): un sistema di manovra basato sulla propulsione mediante l’utilizzo di Azoto. Questo a permesso all’astronauta della missione 41-B del 1984 di raggiungere una distanza di 100 metri dallo Space Shuttle.

Cassiopeia A

Cassiopea A

Se seguite questa rubrica da tempo, saprete benissimo che più è massiccia una stella, più sarà spettacolare la sua morte. Queste enormi fornaci producono elementi sempre più pesanti grazie al meccanismo della fusione nucleare. Una volta esaurito il combustibile collassano per poi esplodere in delle supernovae, lasciandosi dietro un’enorme nube di gas e polveri. In questa foto i raggi-X emanati da ciò che è rimasto dell’esplosione sono stati colorati a seconda dell’elemento che compone la nube: in azzurro il ferro, verde il calcio, zolfo giallo e rosso il silicio. Cassiopea A, si estende per 30 anni luce ed è in continua espansione. Ciò che è rimasto della stella originale è concentrato in una piccolissima ma densa stella di neutroni al centro della Nebulosa.

Polo Nord Marziano

polo nord marte

Potrebbe quasi sembrare la foto di un cappuccino, di quelle che si trovano su Instagram. In realtà come avrete letto nel titolo, si tratta del ghiacciaio al polo nord del Pianeta Rosso. Oltre a comune ghiaccio, questo è composto da anidride carbonica, presente nell’atmosfera Marziana, che ogni inverno condensa e si deposita sugli strati sottostanti. La rotazione del pianeta, inoltre crea correnti di vento che scavano nel ghiacciaio, donandogli questo aspetto spiraliforme.

Pilastro di polvere nella Nebulosa della Carena

herbig haro

Questa relativamente piccola nebulosa non è altro che un enorme culla, che custodisce al suo interno Herbig-Haro 666, una giovane stella che spara nel cosmo potentissimi jet, visibili nella parte alta della foto.
Questa nebulosa risplende nei cieli dell’emisfero australe e grazie alla sua vicinanza dalla terra (solamente 7500 anni luce) è possibile vederla persino ad occhio nudo.


Questo è stato un piccolo assaggio di ciò che è stato pubblicato dalla NASA nel mese di dicembre accompagnato da pillole di curiosità.
Potrete visualizzare tutte le APOD del mese direttamente su nasa.gov


Autore

Stefano Cocomazzi

Stefano Cocomazzi

Ciao a tutti, mi chiamo Stefano e sono il creatore e cofondatore di Bald Mountain Science. Sono un informatico con la passione per le scienze in generale. Se ti piace questo sito puoi supportarci seguendoci sui social e condividendo i nostri articoli con i vostri amici.



Tags

apod carena cassiopea marte nasa nebulosa nebulosa di Orione Orbita passeggiata spaziale shuttle space shuttle testa di cavallo

Commenti