Non Solo CO2 – Monossido di carbonio, il killer silenzioso


Pubblicato da Stefano Cocomazzi in Non Solo CO2, Salute

Le combustioni di molecole organiche avvengono soltanto in presenza di ossigeno in determinati rapporti producendo prevalentemente calore, anidride carbonica e acqua.
Quando però la quantità di ossigeno è bassa, la reazione non può essere completata, quindi al posto della CO2 si viene a produrre CO.

Cos’è l’ossido di carbonio?

Sostanzialmente è un gas altamente tossico inodore, incolore e insapore, per questo è causa di numerosi decessi. Praticamente è un assassino silenzioso.
Tende ad accumularsi verso il basso, per questo motivo è molto più pericoloso per i bimbi.

Come Agisce Sull’uomo?

policitemia-secundaria

Mescolandosi con l’aria, il monossido di carbonio, viene respirato dagli esseri viventi e attraverso i polmoni entra nel circolo sanguigno, legandosi allo ione ferro dell’emoglobina.
Dato che questo legame è molto più forte rispetto a quello che l’emoglobina fa con l’ossigeno, si forma un complesso stabile chiamato Carbossiemoglobina. Impedendo così il trasporto dell’ossigeno.

Il cervello percepisce la diminuzione del livello di ossigeno nel sangue, per cui induce il corpo ad una respirazione più veloce e profonda, per cercare di aumentare l’apporto di ossigeno all’organismo. Tuttavia, quest’operazione peggiora la situazione, rendendo tutto il sangue inutilizzabile. In poco tempo il malcapitato cade in stato di incoscienza, data la scarsità di ossigeno che arriva al cervello, in seguito sopraggiunge la morte per asfissia.

Quali Sono i Sintomi?

I primi sintomi che si verificano quando il monossido di carbonio entra in circolo sono:  aumento della frequenza respiratoria, mal di testa, vertigini, nausea, vomito; successivamente: perdita di coscienza e convulsioni.

Cosa Fare in questi casi?

In questi casi bisogna immediatamente aprire le finestre e ventilare la stanza, dopodiché bisogna andare al pronto soccorso, dove verrà somministrato ai pazienti dell’ossigeno e in seguito portati in camere iperbariche, per permettere al monossido di carbonio di staccarsi dall’emoglobina.

carbon-monoxide-detector-11073-1821757La prevenzione è meglio della cura

Innanzitutto il monossido di carbonio viene prodotto da stufe vecchie e malridotte in stanze non ventilate, quindi per evitare catastrofi è necessario controllare stufe e caldaie.
I moderni rilevatori di fumo, riescono a registrare la presenza di ossido di carbonio, salvando così numerose vite.

Il loro prezzo varia attorno ai 50 euro, una spesa esimia, confrontata col valore della vostra vita e delle persone a voi care.

Curiosità

Il monossido di carbonio viene utilizzato per trattare la carne, dandole  un aspetto molto invitante.

Inoltre le sigarette contengono una buona quantità di monossido di carbonio, rendendole ancora più pericolose.

Il monossido di carbonio è un assassino pericoloso, per combatterlo bisogna conoscerlo.

Clicca qui per Altri Articoli della serie Non Solo CO2

 


Autore

Stefano Cocomazzi

Stefano Cocomazzi

Ciao a tutti, mi chiamo Stefano e sono il creatore e cofondatore di Bald Mountain Science. Sono un informatico con la passione per le scienze in generale. Se ti piace questo sito puoi supportarci seguendoci sui social e condividendo i nostri articoli con i vostri amici.



Tags

asfissia carbonio carbossiemoglobina combustione danni emoglobina incompleta intossicazione nonossido organismo ossido pericolo sintomi

Commenti