Non Solo CO2 – Gli effetti dell’Inquinamento delle Acque


Pubblicato da Raffo in Ambiente, Non Solo CO2

L’inquinamento delle acque si ha quando un qualsiasi prodotto chimico, fisico o biologico cambia la qualità dell’acqua, il che ha un effetto nocivo su ogni essere vivente che beve o utilizza essa. Quando gli esseri umani bevono acqua inquinata, si ha spesso gravi effetti sulla loro salute. L’inquinamento delle acque può anche rendere l’acqua inadatta per l’uso desiderato.

Le Principali sostanze inquinanti dell’acqua

Ci sono diverse classi di sostanze inquinanti dell’acqua. I primi sono gli agenti che causano malattie. Si tratta di batteri, virus, protozoi e vermi parassiti che entrano nei sistemi fognari e nei rifiuti non trattati o poco curati.
Una seconda categoria di sostanze inquinanti dell’acqua è data dai rifiuti che possono essere decomposti dai batteri ossigeno-dipendenti. Quando le grandi popolazioni di batteri di decomposizione convertono tali rifiuti, possono esaurire i livelli di ossigeno nell’acqua. Questo fa sì che gli altri organismi, come i pesci, muoiano.

Pesci Morti a causa dell'inquinamento

Una terza classe di sostanze inquinanti sono gli inquinanti inorganici idrosolubili, come gli acidi, i sali e i metalli tossici. Grandi quantità di questi composti rendono l’acqua non potabile e causano la morte degli organismi acquatici.
Un’altra classe di sostanze inquinanti dell’acqua sono i nutrienti, i nitrati e i fosfati sono solubili in acqua e causano una crescita eccessiva di alghe e altre piante acquatiche, che esauriscono le riserve di ossigeno dell’acqua. Questo uccide i pesci e, quando si trovano in acqua potabile, possono uccidere i bambini.
L’acqua può anche essere inquinata da un certo numero di composti organici come olio, plastiche e pesticidi che sono dannosi per l’uomo e per tutte le piante e gli animali in acqua.
Una categoria molto pericolosa sono i sedimenti sospesi, perché causano una diminuzione di assorbimento della luce nell’acqua e le particelle spargono in essa residui pericolosi come i pesticidi.
Infine, i residui radioattivi idrosolubili, possono causare il cancro, malformazioni congenite e danni genetici e sono quindi sostanze inquinanti molto pericolose.

Cause dell’inquinamento Idrico

Inquinamento Acque tubi di scaricoL’inquinamento dell’acqua è causato solitamente dalle attività umane. Diverse sono le fonti umane da cui sono causate. Ci sono due tipi di fonti:  le fonti puntuali e le fonti non puntuali. Le fonti puntuali scaricano le sostanze inquinanti in punti specifici attraverso condutture o fognature nell’acqua di superficie. Le fonti non puntuali sono fonti che non possono essere ricondotti ad un unico luogo di scarico.
Esempi di sorgenti puntuali sono: fabbriche, impianti di depurazione, miniere sotterranee, pozzi petroliferi, petroliere e agricoltura.
Esempi di sorgenti non puntuali sono: i depositi acidi dall’aria, dal traffico, dalle sostanze inquinanti che si diffondono attraverso fiumi e le sostanze inquinanti che entrano nell’acqua attraverso le acque sotterranee.
L’inquinamento non puntuale è difficile da controllare perché i responsabili non possono essere rintracciati.

Le piogge acide

L’acqua piovana normale ha un pH di circa 5 o 6. Ciò significa che è naturalmente un liquido neutro leggermente acido. Durante le precipitazioni l’acqua piovana dissolve gas come l’anidride carbonica e l’ossigeno. L’industria ora emette grandi quantità di gas acidificanti, quali ossidi solforici e monossido di carbonio. Questi gas si dissolvono nell’acqua piovana. Questo provoca un cambiamento nel pH delle piogge, esso scenderà a un valore pari o inferiore a 4. Quando una sostanza ha un pH inferiore a 6.5, è acida. Più basso è il pH, più è acida la sostanza. Ecco perché la pioggia con un pH più basso, dovuto alle emissioni industriali dissolte, è chiamata pioggia acida. La piogge acide sono causate dall’inquinamento atmosferico.

Rilevare l’inquinamento dell’acqua

L’inquinamento dell’acqua viene rilevato nei laboratori, in cui sono analizzati dei piccoli campioni di acqua per i diversi agenti inquinanti. Gli organismi viventi come i pesci, possono anche essere utilizzati per individuare l’inquinamento delle acque. I cambiamenti nel loro comportamento o crescita ci mostrano che l’acqua in cui vivono è inquinata. Le proprietà specifiche di questi organismi possono fornire informazioni sul tipo di inquinamento che si ha nel loro ambiente. I laboratori usano anche modelli di calcolo per determinare quali pericoli ci possono essere in determinate acque. Essi importano i dati riguardanti l’acqua nel computer, e il computer determina se l’acqua ha qualche impurità.




Autore

Raffo

Raffo

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono il cofondatore di BMScience. Sono appassionato di Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia. Diplomato presso l'ISIS "Luigi Di Maggio" di San Giovanni Rotondo (FG) con opzione Biotecnologie Sanitarie e studente di medicina presso l'Università degli Studi di Foggia. Se ti piacciono i miei contenuti lascia un commento ed aiutaci a diffonderli. Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi su: Twitter o Facebook.




Tags

acqua inquinata agenti inquinanti fonti non puntuali fonti puntuali idrosolubili inquinamento delle acque inquinamento Idrico non potabile piogge acide sostanze inquinanti dell'acqua

Commenti