Nel mondo ci sono più di 2.700 specie di zanzare, in Europa sono presenti oltre un centinaio mentre in Italia è segnalata la presenza di poco più di 60 specie, anche se alcune soggette a reintroduzioni periodiche. Queste zanzare appartengono principalmente a tre generi:

Zanzara Aedes

Aedes – Queste sono a volte chiamati zanzare “golenali”, perché l’acqua stagnante è importante per  far schiudere le loro uova. Le zanzare Aedes hanno la punta dell’addome appuntita. Esse includono specie come la zanzara della febbre gialla (Aedes aegypti) e la zanzara tigre (Aedes albopictus). Questi insetti sono dei veri e propri “aviatori”, capaci di viaggiare grandi distanze (fino a 121 km) dai loro luoghi di riproduzione. Essi persistentemente pungono mammiferi (soprattutto uomini), soprattutto all’alba e in prima serata. Le loro punture sono dolorose.

Zanzara anofele

Anopheles – Queste tendono a riprodursi in zone d’acqua sempre fresca (come laghi). Anche le zanzare anofele hanno la punta dell’addome appuntita. Questo genere di zanzara comprende numerose specie, come la comune zanzara della malaria (Anopheles quadrimaculatus), che può diffondere il plasmodio della malaria agli esseri umani.

Zanzara Culex

Culex – Queste tendono a riprodursi in un ambiente tranquillo, di acqua stagnante. Le zanzare Culex hanno un addome con la punta smussata.
Esse comprendono varie specie come la zanzara comune (Culex pipiens). Esse sono deboli volatori e tendono a vivere solo per poche settimane durante i mesi estivi. Queste zanzare pungono persistentemente (preferendo uccelli oltre che gli esseri umani) e attaccano all’alba o dopo il tramonto. La loro puntura è dolorosa.

Esaminiamo come vivono le zanzare e la loro razza.

Larva di Zanzara Tigre (Aedes Albopictus)

Ciclo di Vita:

Come tutti gli insetti, le zanzare si schiudono dalle uova e passano diverse fasi del loro ciclo di vita prima di diventare adulte. Le femmine depongono le uova in acqua, e le larve e i crisalidi vivono le loro fasi completamente in acqua. Quando la pupa diventa adulta, lascia l’acqua e diventa un insetto terrestre con libertà di volo. Il ciclo di vita di una zanzara può variare da una a diverse settimane a seconda della specie (le femmine fecondate di alcune specie possono sopravvivere l’inverno in luoghi freschi e umidi fino alla primavera, quando deporranno le uova e moriranno) ad esempio gli Aedes svernano per la maggior parte allo stadio di uovo, i Culiseta allo stadio di larva, i Culex e gli Anopheles allo stadio di adulto.

Vedremo le fasi di sviluppo della zanzara nel prossimo articolo.

Avatar photo

Di Raffo Coco

Ciao a tutti, mi chiamo Raffaele Cocomazzi e sono il cofondatore di BMScience. Sono appassionato di Scienza, Medicina, Chimica e Tecnologia. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli studi di Foggia e attualmente MFS in Medicina Nucleare presso l'Alma Mater Studiorum (Università di Bologna). Per contattarmi o maggiori informazioni seguimi sui vari social.